Marmo e moquette

Il Marmo

pavimento marmo ristrutturazioniDopo un periodo di mancato utilizzo il marmo da poco più di vent’anni è tornato di moda per i suoi indiscutibili pregi legati alla sua durata nel tempo, alla vasta gamma di colori e alla possibilità di posarlo formando dei disegni.

Le nuove tecniche di lavorazione e di posa lo hanno, inoltre, reso concorrenziale rispetto alle altre tipologie di pavimento.

Le novità più importanti riguardano il suo spessore che si è ridotto molto passando dai4 centimetria meno di centimetro e i due centimetri di la malta tradizionale è stata eliminata dalla messa in posa grazie all’utilizzo l’ausilio di collante. Quindi si passa dai 5/6 centimetri della posa classica ai 1.5 di spessore di pavimento posato.

L’utilizzo del marmo, in questo periodo è dedicato sia al pavimento che ai rivestimenti del bagno, anche grazie al fatto di essere un materiale che permette di trovare soluzioni personali e di pregio.

Il pavimento in marmo ha la tendenza, però, ad essere freddo , quando questo viene posato in soggiorno è dunque consigliabile compensarlo con tappeti di colori caldi.

Recentemente è stata riproposta la soluzione di pavimenti ad intarsi di marmi differenti e accostati anche a materiali differenti, la quale ha avuto un riscontro positivo.

Il marmo è un materiale che si presta ad ogni collocazione è da sempre usato in tutta Italia che è ricca di cave.

Indicativamente poco adatto per la montagna per questioni di temperatura è particolarmente indicato in città.

 

La moquette

pavimento moquetteÈ un metodo molto veloce e semplice di dare un volto novo al proprio pavimento.

E’ una tecnica che si rende utile quando la muratura deve diventare una soluzione d’arredamento, ad esempio nei casi in cui dei gradoni devono diventare dei piani d’appoggio e in tutte quelle situazioni in cui si desidera stabilire una continuità tra diversi volumi in un ambiente.

La moquette si differenzia per la tipologia di fibre usate ( naturali come lana o cotone, oppure sintetiche) e per la lavorazione (bouclè, velour, a feltro).

Oggi l’uso della moquette tende ad essere limitato alla zona notte anche se in alcuni rari casi è ancora richiesta in tutta la casa.

Uno dei limiti maggiori di questo materiale è la minore durata rispetto ad altre soluzioni, mentre il parquet o il marmo possono ritornare nuovi con una lamatura e quindi durare anche dei secoli, al moquette dopo alcuni anni è da sostituire.

Un altro grosso limite che ne ha fatto ridurre notevolmente l’utilizzo è dato dall’ inevitabile accumulo di polvere e di conseguenza acari diventando un problema per i soggetti allergici.

Altro inconveniente è dato dall’elettricità statica, è frequente prendere la scossa quando si è in un ambiente ricoperto da moquette.